I 50 PASSI DELLA VIRTUS SOCIAL QUARTO SANTA MARIA

Luglio 2014 – Dicembre 2016

Il 10 Luglio 2014 nasce il progetto Virtus Social Quarto, un progetto assolutamente no profit promosso da un giovane diciasettenne Nico Sarnataro, nato dalla collaborazione di una Onlus con la Caritas della Chiesa Santa Maria Libera Nos A Scandalis. Una realtà nuova finalizzata al recupero dei ragazzi di estrazioni sociali difficili, attraverso la sana pratica dello sport. Il calcio a 5 sposa il tema della legalità e insieme, danno vita ad un piano che ha come obiettivo quello di agire sulle fasce d’età più a rischio, creando un’alternativa alla vita di strada.

Il 5 Settembre 2014 parte il primo allenamento della squadra al Penalty di via Fausto Coppi, allenamento diretto da Mister Biagio Rasulo e dal suo vice Christian Iengo.

-Il 30 Ottobre 2014 è una data fondamentale per la Virtus: al Piccadilly 4, uno degli sponsor della squadra, viene ufficialmente presentato il progetto alla stampa e alla cittadinanza. Alla cerimonia, oltre al suo fondatore Nico Sarnataro, erano presenti: Lina Bancale, responsabile Caritas di Quarto; il professor Raffaele D’Alise; Padre Antonio della Chiesa di Santa Maria; il docente di religione Franco Pisano; Giuseppe Castiello dell’associazione sportiva “Rinascita Giustiniano” e il giornalista Ciro Biondi. Ed è proprio da tale evento che si capisce il senso intrinseco del progetto. Non solo calcio a 5, ma come la scritta “un gol per la speranza” posta sulle maglie dei ragazzi testimonia, l’obiettivo da raggiungere si spinge ben oltre: creare un luogo dover poter giocare, parlare, imparare e condividere momenti, occupandosi al contempo di delicati temi quali la legalità, il bullismo, tifo violento negli stadi e integrazione raziale.

 

 


– Il 18 Novembre 2014
il noto giornalista Gianluca Di Marzio racconta della nascita della Virtus Social Quarto, attraverso un’intervista diretta con il fondatore del progetto. Come si può leggere dall’articolo presente sul sito web di Gianluca Di Marzio, Nico racconta di come l’idea sia nata una sera, quando, trovandosi in auto, vide un gruppo di ragazzini giocare in piena carreggiata, rischiando ogni volta la vita.” Un progetto quindi nato per offrire un luogo sicuro ai ragazzi, ma non solo, esso ha anche un altro obbiettivo: combattere la microdelinquenza partendo dallo sport può essere un’arma fatale. Noi accogliamo principalmente ragazzi fragili che possono cadere nel tranello della criminalità: la Virtus Social vuole identificare e carpire le ideologie dei giovani per portarli al cambiamento “.

-Il 27 Novembre 2014 Nico Sarnataro é ospite a Bacoli per l’iniziativa sulla legalità promossa  da Freebacoli, dove espone alla platea le caratteristiche del “progetto che mira a togliere i ragazzi dalla strada”, offrendo a questi ultimi “un’opportunità sana e pulita che mescola sport ed aggregazione “. Un’importante offerta cui partecipano anche la Onlus Iniziativa Popolare presieduta da Raffaele D’Alise e la Caritas Santa Maria coordinata da Lina Bancale. All’iniziativa erano presenti, tra i tanti ospiti, anche Lorenzo Diana – Presidente Rete per la Legalità – e il Dottor Antonello Ardituro -magistrato CSM-.

-Il 6 Dicembre 2014 il giornale dedicato alla legalità “informare” dedica un’intervista all’ideatore della Virtus. Nico racconta dell’idea del calcio a 5, nato per salvaguardare i giovani a rischio e spiega l’importanza del settore Children, nato dalla profusa collaborazione tra la Parrocchia di Santa Maria e la rispettiva Caritas, finalizzato al recupero sociale dei ragazzi attraverso la sana pratica dello sport.

-Il 20 Dicembre 2014 è giorno di festa in casa Virtus, la quale partecipa e, soprattutto, vince il primo trofeo “Coppa di Natale” organizzata dal CSI.


-Il 21 Dicembre 2014
la Virtus partecipa alla “Christmas Sport Day-2° edizione” a Quarto, in piazzale Europa, disputando un’amichevole contro l’Oratorio San Castrese e che vedrà la squadra guidata da Mr. Impareggiabile vincitrice. Questa è anche un’occasione per ribadire l’importanza del settore Children.

Il 28 Dicembre 2014 è la data che segna l’inizio del campionato open calcio a 5 e che vedrà le due squadre Virtus classificarsi al terzo e quinto posto dell’annata.

-Il 20 Febbraio 2015, presso l’ITCG Pareto di Pozzuoli, Nico Sarnataro partecipa al convegno “La Legalità Conviene”. A tale convegno hanno preso parte anche Lorenzo Diana -presidente Rete per la Legalità -, Renato Natale -sindaco di Casal di Principe -, Josi Gerardo della Ragione-consigliere comunale e giornalista di Free-Bacoli-  Vincenzo Crosio -direttore del Centro Studi Sandro Pertini- e il giornalista Ciro Biondi nel ruolo di moderatore del convegno.

-Il giorno 8 Marzo 2015 é un’altra data importante: è la giornata del triangolare “Un goal per la Speranza”, dove l’associazione Quarto Giovane presenta pubblicamente la campagna di adesione al progetto Virtus. Per l’occasione si sono sfidati in campo un team dell’associazione Quarto Giovane e un rappresentanza del territorio quartese.

– Il 20 Marzo 2015 il Presidente Nico Sarnataro partecipa alla “XX Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, presso l’Auditorum I.T.C.G. “Vilfredo Pareto”. Presenti all’iniziativa anche il Dirigente scolastico Donatella Mascagna; il referente Presidio Libera Campi Flegrei Ciro Biondi; la referente Memoria Del Presidio di Libera Campi Flegrei Carmen Del Core; il referente di Libera Sport Pasquale Scherillo; Padre Vittorio Zeccone della San Mattia Onlus e della Casa del Giovane; il magistrato Giovanni Conzo; il giornalista Alessandro Napolitano.

 

 

-Il 27 Aprile 2015, il presidente della Virtus Social partecipa alla presentazione del libro “Ali Spezzate. Annalisa Durante. Morire a Forcella a 14 anni” scritto da Paolo Miggiano. L’evento, che si è tenuto presso l’I.T.C.G Pareto di Pozzuoli, ha visto la partecipazione di molti ospiti: Alfredo Avella, presidente del Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità; il giornalista Giuseppe Crimaldi;   Pino Perna, Presidente dell’associazione Annalisa Durante; Ciro Biondi, referente del presidio Libera “Daniele Del Core”.

-Il giorno 8 Maggio 2015 la Virtus partecipa al triangolare italo-argentino all’insegna della legalità, presso lo stadio “Domenico Conte” di Pozzuoli in ricordo di Daniele Del Core. Proprio in sua memoria sono scese in campo tre squadre: quella formata dagli amici di Daniele, la squadra della Memoria e Impegno e la squadra argentina Tierrita y Pavimento. L’iniziativa è stata promossa dal presidio di Libera Campi Flegrei intitolato proprio alla vittima innocente, il coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità, la Fondazione Polis della Regione Campania, Libera Sport. L’evento, che gode del patrocinio morale del Comune di Pozzuoli, ha visto la partecipazione anche di numerose associazioni, tra cui Diversamente Giovani e la Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura Italiane.

– Il 16 Maggio 2015 la Virtus organizza il primo torneo “Sport e Solidarietà” presso il complesso Olimpico Soccer in via Fleming 8 a Quarto. Un evento organizzato dalla stessa squadra guidata da Mister Iengo, dalla Caritas Diocesana di Pozzuoli, da Libera Sport e dal CSI, per festeggiare la chiusura di un’impegnativa stagione sportiva. La giornata è stata presentata da Caterina Laita.

 

 


– Il 23 Giugno 2015
la Parrocchia Santa Maria Libera Nos a Scandalis di Quarto e il presidio di Libera “Daniele Del Core” Campi Flegrei presentano un convegno intitolato “L’aggregazione sociale per arginare l’illegalità.” Intervengono all’iniziativa: il parroco Antonio Petracca; il referente del presidio Libera Campi Flegrei “Daniele Del Core” Ciro Biondi; Nico Sarnataro; il referente per le scuole di Quarto di Libera Franco Pisano; il coordinatore Contrade di Quarto Nando Lucia; la giornalista Caterina Laita nel ruolo di moderatrice, questa divine la chiusura ufficiale del primo anno del progetto.

Il 10 Agosto 2015 è il giorno che segna un importante cambiamento: la Virtus si trasforma in Associazione Virtus Social Santa Maria Quarto, e annuncia la sua partecipazione al campionato di terza categoria Figc.

– Il 20 Agosto 2015 vengono ufficializzate le cariche dirigenziali e tecniche. Arrivano nello staff: Emanuele D’Angelo (ex membro del Quarto Calcio) nel ruolo di nuovo segretario e responsabile dell’ufficio Stampa area sportiva; Antonio Di Matteo (una panchina in Eccellenza con il Quarto) come allenatore in prima, coadiuvato da Christian Iengo nelle vesti di preparatore dei portieri e Nicola Nuzzo che, infine, ricopre il ruolo di fisioterapista.

Il 10 Settembre 2015 il direttivo dell’associazione incontra, presso il palazzo Comunale, l’amministrazione di Quarto. Il presidente Sarnataro ha illustrato al sindaco Rosa Capuozzo gli obiettivi e le attività dell’associazione sul territorio flegreo, sia in ambito sportivo, sia nel campo sociale e della legalità. “Il sindaco si è dimostrata vicino alla realtà ” dichiara Sarnataro, ” L’amministrazione si sta ponendo in maniera molto positiva nei confronti delle associazioni sportive sul territorio”.

 

-Il 9 Ottobre 2015 la Virtus, forte dei positivi riscontri della sua attività, organizza il trofeo “Amici nel pallone”: un’amichevole svolta contro la Furax Napoli United, la società partecipante all’innovativo campionato indetto dall’associazione italiana Cultura e Sport, presso lo Sporting Club Boys Quarto.

Nello stesso giorno la Virtus presenta anche la sua iniziativa “Tempo zero”, un’innovativa modalità di approccio alle partite interne, che prevede di ospitare la squadra prima della gara attraverso un momento di condivisione e raggiungere insieme ad essa il campo di gioco.

-Il 30 Ottobre 2015, presso l’aula Consiliare “Peppino Impastato” del Comune di Quarto ha avuto luogo la presentazione delle attività della nuova stagione della Virtus Social Quarto. All’incontro erano presenti anche Padre Antonio Petracca (della Chiesa Santa Maria Libera Nos a Scandalis), Ciro Biondi (Referente del presidio Libera “Daniele Del Core” dei Campi Flegrei), Francesco Pisano (assessore alle politiche sociali e alla legalità del comune quartese), Marco Bottino (Magistrato della Procura della Repubblica di Napoli) e il sindaco di Quarto Rosa Capuozzo.

-Il 25 Ottobre 2015 la Virtus scende in campo contro il Villaricca, per una sfida che termina 0-0. Ma la Virtus non è solo sport: al termine della partita, infatti, una delegazione della squadra si è recata nel beneventano, città colpita da una violenta alluvione, portando con se generi alimentari di prima necessità e prestando le proprie energie alla Caritas Diocesana locale.

-Il giorno 8 Novembre 2015 segna la prima partita di campionato contro il Pianura.

-Il 18 Dicembre 2015 il Presidente della Virtus, Nico Sarnataro, incontra il capitano del Napoli Marek Hamsik, giunto a Quarto per perorare una giusta causa: il sociale. L’incontro termina con la consegna della maglia, da parte di Sarnataro, al capitano, in vista del successivo meeting calcistico organizzato a scopi benefici.

 

-Il 27 Dicembre 2015 la Parrocchia Santa Maria Libera Nos a Scandalis, in collaborazione con la Virtus Social Quarto, organizza il torneo “Un calcio contro le malattie”, una partita del cuore che ha visto le squadre scendere in campo per motivi di beneficenza. L’intero profitto della giornata, infatti, è stato devoluto all’associazione A.m.a.m.i (Associazione Mariana di Assistenza ai Malati di Italia ). “La nostra speranza” spiega il presidente Nico Sarnataro,” é quella che tutti noi possiamo aiutare a sostenere questa associazione e il grande lavoro che fanno. La Virtus è soprattutto questo: il sociale prima dello sport”.

-Il 21 Gennaio 2016 segna, molto probabilmente, la pagina più brutta della storia della Virtus: il presidente Nico Sarnataro, mentre tornava a casa, viene aggredito da due ragazzi che a 100m circa dalla sua abitazione lo attendevano a bordo di uno scooter: uno dei due è sceso e lo ha colpito con una mazza da baseball, gridando: “Uomo di merda così impari”. Una violenza preceduta da alcuni biglietti intimidatori trovati anche negli spogliatoi che non hanno fermato l’attività del presidente e della squadra. Sullo sfondo della vicenda, la questione della tormentata gestione dello stadio Giarrusso. La Virtus si allena in una struttura privata, ma gioca nello stadio conteso, dal momento che manca un regolamento per l’utilizzo dello stadio. Solidarietà e affetto vengono mostrati nei confronti di Nico da parte dei concittadini e delle autorità, locali e statali. Una violenza che, ad ogni modo, non ha fermato Nico, deciso più che mai a portare avanti la propria battaglia contro l’illegalità.

-Il 25 Gennaio 2016, l’associazione comunica alla stampa che il Presidente non si dimette. Tanta la solidarietà dal mondo istituzionale e sociale, tra questi i sindaci dell’area flegrea e molteplici associazioni locali tra queste Quarto Giovane sempre in prima linea al fianco della Virtus.

-Il 26 Gennaio 2016, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi chiama Nico, mostrando tutta la sua solidarietà e vicinanza, oltre a quella dell’intero Consiglio dei Ministri.

-Il 29 Gennaio 2016, presso la Parrocchia Gesù Divino Maestro, ha luogo meeting #nessunotocchiNICO: un incontro a cui sono accorse almeno un centinaio di persone, intervenute per esprimere la propria solidarietà al presidente Nico Sarnataro.

-Il 30 Gennaio 2016 la Virtus Social Quarto e la scuola calcio Boys Quarto presentano il torneo “Cresciamo insieme-Primi calci” presso lo Sporting Club: partecipano Alma Verde, San Castrese, Oratorio Divino Maestro e Anfra Calcio.

-Il 6 Febbraio 2016 la Virtus attraversa un momento molto difficile: viene pubblicato un comunicato stampa in cui giocatori e membri dello staff (29 in tutto) annunciano le proprie dimissioni.  Una scelta dettata da ragioni inerenti alla vita degli spogliatoi, ma le motivazioni specifiche non vengono esternate. Al contrario di quanto sostenuto dall’associazione, che tale atto è dettato da ragioni legate all’aggressione del presidente. Un colpo che la Virtus incassa, ma senza crollare: pochi giorni dopo, infatti, una nuova rosa si stava allenando sui campi della Boys Quarto.

-il giorno 8 Febbraio 2016, presso lo stadio comunale Giarrusso, si disputa la seconda edizione della Coppa Carnevale, riservata alla categoria allievi (cioè calciatori nati nel 1999 e nel 2000) di Juve Stabia, Boys Quarto e Anfra. Nella giornata successiva scendono in campo, invece, la categoria giovanissimi  (cioè ragazzi classe 2001 e 2002) di Aversa Normanna, Frattese e Boys Quarto.

-Il 21 Febbraio 2016 la Nuova Virtus torna in campo, lo fa perdendo in casa per 7-0 contro il Pianura, e ufficializzando il nuovo staff tecnico che traghetta la squadra fino al termine del campionato, concluso al 10° posto. Vincenzo Acampora e Raffaele Basile in panchina e Luigi Ferrara nel ruolo di addetto stampa.


-Il 10 Marzo 2016
, in occasione della “XXI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” la Virtus Social Santa Maria Quarto scende in campo contro ITCG Pareto di Pozzuoli e il Liceo Vittorio Veneto di Milano. Una partita giocata all’insegna della legalità e solidarietà, in memoria di Daniele Del Core, organizzata dalla Virtus, in collaborazione con Istituto Pareto e Viaggi e Miraggi Campania.

-Il giorno 11 Marzo 2016, presso l’aula Magna della Scuola Gobetti-De Filippo, si celebra la “Giornata della legalità”. Un convegno che ha visto la partecipazione di esponenti del mondo cattolico, del mondo giornalistico e dell’impegno sociale, per discutere insieme delle problematiche legate alla micro e macro criminalità. Il Presidente Nico Sarnataro interviene alla discussione portando come contributo la sua testimonianza dell’aggressione subita il 21 Gennaio, la quale, con un effetto contrario a quello sperato dagli aggressori, ha rinforzato la consapevolezza che la battaglia contro la criminalità è necessaria.

-Il 16 Marzo 2016 si celebra la “XXI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” presso l’Aula Magna dell’Istituto di Pareto di Pozzuoli. A tale iniziativa intervengono delegazioni di alunni e docenti delle scuole e diversi ospiti, tra cui il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, il Presidente Nazionale di Sos Impresa Luigi Cuomo, il direttore del Centro Educativo Diocesano Don Gennaro Pagano, il referente del presidio Libera Campi Flegrei Ciro Biondi e il presidente dell’associazione Virtus Social Quarto, Nico Sarnataro.

-Il 26 Marzo 2016 la Virtus Social organizza la Pasqua Flegrea presso lo stadio Giarrusso di Quarto. L’evento inizia con un triangolare tra Virtus Social, Boys Quarto e la Puteolana. A seguire, poi, un’amichevole tra i giovanissimi tra Anfra e Boys Quarto, entrambe società amiche della Virtus. Presenti alla festa anche i dirigenti della Virtus Baia e Bacoli Sibilla e, in rappresentanza della SSC Napoli, Luigi Caffarelli.
-Il 20 Aprile 2016 il Presidente Nico Sarnataro incontra, con lo scrittore Luca Marano, gli alunni dell’IC 3° Gadda di Quarto.

-Il 25 Aprile 2016 la Virtus organizza il torneo “Cresciamo Insieme” presso lo Sporting Club. Partecipano al torneo l’Anfra, la scuola calcio Boys Quarto, l’Asd Alma Verde e la squadra dell’oratorio San Castrese.

-Il 2 Giugno 2016, alla fine della stagione sportiva, la Virtus organizza la seconda edizione del torneo “Sport e Solidarietà” presso lo stadio Giarrusso di Quarto. Alla competizione partecipano la Boys Quarto, il San Castrese, la Puteolana 1909 e la Campania Soccer. La Virtus, invece, al termine del quadrangolare, disputerà un’amichevole con il Dream Team, una squadra composta da ex calciatori professionisti. Tra questi, ricordiamo Gigi Caffarelli, giunto in rappresentanza della SSC Napoli, Daniele Petrone e l’ex portiere Massimo Assante.

Il 22 Luglio 2016 l’associazione, attraverso un comunicato stampa, comunica che sono iniziate le riunioni con i soci per elaborare il programma per l’imminente stagione.

-Il 1° Settembre 2016 prende il via la preparazione atletica della Virtus, in vista dell’imminente inizio del campionato di terza categoria. Partecipano agli allenamenti i reduci della scorsa stagione con sei over scelti per traghettare i giovani. Arrivano, inoltre, alla corte del Presidente Nico Sarnataro, il mister Salvatore Tagliaferri, il direttore sportivo Andrea Buonincontro e il preparatore dei portieri Francesco Ambra. Confermata la presenza dell’assistente tecnico Raffaele Basile e del segretario Marco di Paola.

-Il 1° Ottobre 2016 ha luogo la prima amichevole stagionale contro la Virtus Baia che termina con un pareggio (3-3).


-Il 7 Ottobre 2016
l’associazione annuncia la sua partecipazione al campionato di II categoria. Il ripescaggio è stato reso possibile grazie ad un’intesa e una collaborazione con il Senatore Cosimo Sibilia, Commissario straordinario FIGC Campania.

-Il 13 Ottobre 2016 vengono pubblicati i gironi della Coppa Italia. La Virtus compare per la prima volta nella massima coppa nazionale per la compagine sociale.

-Il 17 Ottobre 2016, la Virtus riceve un’importante visita: a sorpresa, Luigi Caffarelli, dirigente del settore giovanile SSC Napoli, giunge dal Presidente Nico Sarnataro. Prosegue il sodalizio tra la squadra quartese e la SSC Napoli.

-Il 21 Ottobre 2016 Pozzuoli ricorda Daniele Del Core e Loris Di Roberto i due ragazzi ammazzati il 28 ottobre del 2006 da un loro coetaneo. “Un calcio per non dimenticare” è l’incontro di calcio che si terrà venerdì 21 ottobre – dalle ore 9,00 – al Campo Sportivo “Domenico Conte” di Arco Felice. Alla manifestazione sportiva parteciperanno magistrati (tra cui Antonello Ardituro del Consiglio Superiore della Magistratura), membri delle forze dell’ordine, esponenti della Fai Antiracket e una selezione di calciatori della Virtus Social Quarto e dell’Asd Real Pozzuoli. In campo anche la squadra di Libera Sport, composta da familiari di vittime innocenti, tra cui il referente Pasquale Scherillo, fratello di Dario assassinato nella guerra di Scampia a dicembre del 2004. Sugli spalti saranno presenti delegazioni di studenti degli Istituti superiori e delle Medie di Pozzuoli e dell’Area Flegrea. La manifestazione, che gode del patrocinio del Comune di Pozzuoli, è organizzata dalla Cooperativa Sociale Ottavia, dalla Fai – Federazione Antiracket Italiana, Libera Sport Campania e dal presidio di Libera dei Campi Flegrei intitolato a Daniele Del Core. L’iniziativa apre il programma “10 anni di corresponsabilità per non dimenticare Daniele e Loris. 2006-2016” (10 iniziative per dieci anni). Nel corso dell’anno ci saranno diverse iniziative che vedranno il coinvolgimento degli istituti e delle associazioni del territorio.
– Il 20 Novembre 2016 la Virtus conquista la sua prima vittoria in campionato, battendo 3 a 2 il Villa di Briano.

– Il 4 Dicembre 2016 l’associazione è ospite della trasmissione Campania Sport dell’emittente Canale 21.

-Il 24 Dicembre 2016 la Virtus organizza il “Trofeo di Natale”. Ospiti della Virtus: Mondragone Calcio, Portici Calcio e volti noti del calcio campano, oltre ad Antonio Trovato responsabile AIC Campania. Partecipano tutte le scuole del territorio di Quarto.

 

#ILFUTUROSIAMONOI

“La più grande tragedia avrà inizio quando i giovani non vorranno più cambiare il mondo.” Vasile Ghica.

 

a cura di Marianna Morra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + dodici =